Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» Contest "Micromondo"
Da walter Gio Mag 24, 2018 7:08 pm

» Contest Sguardi
Da walter Gio Mar 29, 2018 3:38 pm

» Contest "Sensi"
Da walter Gio Mar 01, 2018 11:00 am

» Corsi di fotografia f8chieri Primavera 2018
Da Matteo Maso Lun Gen 29, 2018 1:44 am

» Votazioni contest "Mezzi di trasporto"
Da walter Gio Gen 25, 2018 11:31 am

» Votazioni contest MORBIDO.
Da walter Gio Dic 28, 2017 7:00 pm

» Contest Prospettive
Da walter Lun Nov 27, 2017 4:15 pm

» mostre f8chieri che stiamo programmando
Da Matteo Maso Gio Ott 26, 2017 6:26 pm

» news f8chieri autunno 2017
Da Matteo Maso Sab Set 30, 2017 11:08 am

» Contest "Letture e lettori" settembre 2017
Da walter Gio Set 28, 2017 10:17 am

Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata


colori caldi in palude ...

Andare in basso

colori caldi in palude ...

Messaggio Da Filippo Marmo il Lun Ago 06, 2012 12:09 pm

6 scatti fatti a Racconigi verso sera
nikon d300s e sigma 150/500 priorità di diaframma come programma f7.1 iso 500
altri scatti su fliker e Facebook ..


nitticora

tuffetto

tuffetto

giovane di cavaliere d'italia

tarabuso

germana Very Happy sonnecchia


Ultima modifica di filippo il Ven Ago 17, 2012 6:12 pm, modificato 1 volta
avatar
Filippo Marmo

Numero di messaggi : 279
Data d'iscrizione : 17.11.10
Età : 42
Località : chieri

http://www.flickr.com/photos/50069138@N04/

Torna in alto Andare in basso

Re: colori caldi in palude ...

Messaggio Da Matteo Maso il Lun Ago 06, 2012 12:33 pm

bravo puma.
per gente come il puma ecco il film dell'estate: un anno da leoni





Ultima modifica di Matteo Maso il Mar Ago 07, 2012 12:55 am, modificato 1 volta
avatar
Matteo Maso
Maestro
Maestro

Numero di messaggi : 2480
Data d'iscrizione : 24.11.08
Età : 43
Località : Chieri

http://www.myspace.com/matteo_maso

Torna in alto Andare in basso

Re: colori caldi in palude ...

Messaggio Da cheip il Lun Ago 06, 2012 3:01 pm

Mah... secondo me è legale come una rapina in banca...
avatar
cheip

Numero di messaggi : 422
Data d'iscrizione : 22.02.11
Età : 30
Località : Chieri (TO)

http://newton.ph.unito.it/~capodica

Torna in alto Andare in basso

Re: colori caldi in palude ...

Messaggio Da Matteo Maso il Lun Ago 06, 2012 8:14 pm

Navigare in rete e visionare (non scaricare!) il materiale proposto da un sito aperto al pubblico significa che non stai commettendo alcuna rapina nè illecito.
Se il materiale che è stato caricato sul sito non è autorizzato toccherà alle autorità competenti accertarlo o ai legittimi proprietari intervenire.
Con lo stesso principio puoi vedere i video su youtube, dove non sai se per es. i video e/o le colonne sonore sono state autorizzate. Non sei tenuto a saperlo.
Discorso diverso è se per accedere a un sito devi iscriverti e/o accettare determinate clausole, che implicano una tua responsabilità.
avatar
Matteo Maso
Maestro
Maestro

Numero di messaggi : 2480
Data d'iscrizione : 24.11.08
Età : 43
Località : Chieri

http://www.myspace.com/matteo_maso

Torna in alto Andare in basso

Re: colori caldi in palude ...

Messaggio Da stego il Lun Ago 06, 2012 10:57 pm

Nel caso chi distribuisce lo streaming non ne detenga i diritti, chi vede il film commette anche lui un reato perlomeno assimilabile all'incauto acquisto (del tipo vado a Porta Palazzo ed acquisto ad un prezzo molto conveniente un Iphone che poi risulterà rubato).
Che poi questi piccoli reati non vengano perseguiti perché impossibile o non economico andare a cercare i colpevoli è un altro paio di maniche.
Tra l'altro non vedo la differenza dal punto di vista della violazione dei diritti d'autore tra lo scaricare il film o il vederlo semplicemente in streaming.
Difatti i dvd recano di solito il disclaimer che possono essere riprodotti solo in ambito casalingo e non in luoghi pubblici o assimilabili: ciò significa che in questi casi il diritto d'autore non è tanto legato al supporto che contiene il film bensì allle modalità con cui viene fruito.
Questo per fare chiarezza; poi ognuno è libero di comportarsi come vuole in base alle sue istanze etiche o utilitaristiche.

_________________


festina lente
toglietemi tutto tranne il superfluo
[i]People are so fucking weird about shit.

http://www.flickr.com/photos/dinostego/
avatar
stego
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3008
Data d'iscrizione : 24.11.08
Età : 66
Località : Pino Torinese

http://www.stegodino.com

Torna in alto Andare in basso

Re: colori caldi in palude ...

Messaggio Da Matteo Maso il Mar Ago 07, 2012 1:03 am

Vi ho tolto il link dello streaming onde evitare problemi.
Comunque in rete si trovano info che dichiarano che lo streaming su determinati siti è legale in quanto i siti stessi hanno degli accordi con la SIAE.
Non vorrei mai farvi fare un incauto acquisto.
Ieri ho comprato un libro su amazon per euro 3,50. Il prezzo di copertina era 45 euro. Dite che avrò fatto un incauto acquisto e che è roba rubata?

lol!
avatar
Matteo Maso
Maestro
Maestro

Numero di messaggi : 2480
Data d'iscrizione : 24.11.08
Età : 43
Località : Chieri

http://www.myspace.com/matteo_maso

Torna in alto Andare in basso

Re: colori caldi in palude ...

Messaggio Da cheip il Mar Ago 07, 2012 2:21 am

In Italia guardare in streaming è reato. In Svizzera, per esempio, no.

I siti che fanno accordi con la SIAE si fanno pagare, di norma.

Per me il link puoi anche lasciarlo, quello che ha il nome rosso sei te! Very Happy
avatar
cheip

Numero di messaggi : 422
Data d'iscrizione : 22.02.11
Età : 30
Località : Chieri (TO)

http://newton.ph.unito.it/~capodica

Torna in alto Andare in basso

Re: colori caldi in palude ...

Messaggio Da Matteo Maso il Mar Ago 07, 2012 5:42 am

Che "in Italia guardare in streaming è reato" è una tua affermazione, sbagliata, perchè assolutamente lo streaming non è reato. Se no qualsiasi contenuto audio/video via web sarebbe illegale visto che lo streaming per definizione è "un flusso di dati audio/video trasmessi da una sorgente a una o più destinazioni tramite una rete telematica"
mentre esiste la possibilità di ascoltare e/o guardare radio e tv via web legalmente!
(per es. i programmi rai in diretta o in differita, virgin radio, ma esistono un'infinità di radio e tv via web regolarmente registrate, oltre siti ufficiali dei cantanti con tanto di brani musicali e videoclip in streaming)
Esistono siti a pagamento o no e questo dipende principalmente dall'utilità che il sito medesimo ricava (sponsorizzazioni, visibilità, ecc.).
Sul discorso "incauto acquisto" vale il seguente esempio:
- se io guardo una tv generalista senza pagare alcun canone (se non la tassa radiotelevisiva che per legge va pagata se si possiede un apparecchio in grado di captare un segnale tv) dò per scontato che l'editore del canale sia in regola con i diritti di diffusione audio/video. Non mi potrà essere contestato l'eventuale evasione dell'editore.
- se guardo una pay-tv ancor di più penso che pagando il servizio, esso sia fornito rispettando le leggi, a meno che non stia usufruendo di un servizio palesemente in contrasto con le leggi (programmi di violenza e simili).
- per lo stesso discorso se vado al cinema pagando il biglietto pago anche la quota SIAE che dovrà essere versata dal cinema, il quale penso che sia in regola
- se vado al cinema a vedere un film a "ingresso gratuito" non sto facendo un "incauto acquisto" (praticamente non mi fanno pagare!) perchè do per scontato che il gestore abbia determinati accordi di licenza, sponsor che coprino le spese, o lo faccia per promozione. Se no il Cinema Massimo di Torino (appendice del Museo del Cinema) dovrebbe chiudere!!!
- Allo stesso modo se ascolto o guardo in streaming dei programmi su siti che non hanno nessuna parvenza di essere illegali, ma anzi per come sono strutturati danno l'idea di essere ufficiali e in regola non mi si potrà contestare alcun "incauto acquisto".

Nell'esempio della discussione:
un film può essere visto gratuitamente in streaming perchè il sito da dove lo puoi vedere, se in regola, ha degli accordi di licenza tali per cui i suoi utili derivano non dagli utenti stessi ma da altri canali
(un es di interessi: per vedere un film in streaming non è sufficiente una connessione internet lenta, quindi i gestori di rete possono essere interessati a spingere la visione dei film in streaming al fine di incentivare l'acquisto di banda veloce...ecco che i call center incominciano a telefonare per proporti bande internet più veloci)

povero Puma siamo andati fuori discussione....ma qualcuno ha visto il film del Puma: un anno da leoni?

avatar
Matteo Maso
Maestro
Maestro

Numero di messaggi : 2480
Data d'iscrizione : 24.11.08
Età : 43
Località : Chieri

http://www.myspace.com/matteo_maso

Torna in alto Andare in basso

Re: colori caldi in palude ...

Messaggio Da gviarizzo il Mar Ago 07, 2012 7:24 am

Matteo Maso ha scritto:
Ieri ho comprato un libro su amazon per euro 3,50. Il prezzo di copertina era 45 euro. Dite che avrò fatto un incauto acquisto e che è roba rubata?

lol!

Cavolo!! che libro è? magari mi interessa!!
avatar
gviarizzo

Numero di messaggi : 216
Data d'iscrizione : 08.12.11
Età : 47
Località : Villanova D'asti

http://www.flickr.com/photos/gviarizzo/

Torna in alto Andare in basso

Re: colori caldi in palude ...

Messaggio Da cheip il Mar Ago 07, 2012 8:14 am

Matteo Maso ha scritto:Che "in Italia guardare in streaming è reato" è una tua affermazione, sbagliata, perchè assolutamente lo streaming non è reato.

Mi perdonerai se mi permetto di insistere:

Art. 174-ter L. 633/1941 ha scritto:
1.Chiunque abusivamente utilizza, anche via etere o via cavo, duplica, riproduce, in tutto o in parte, con qualsiasi procedimento, anche avvalendosi di strumenti atti ad eludere le misure tecnologiche di protezione, opere o materiali protetti, oppure acquista o noleggia supporti audiovisivi, fonografici, informatici o multimediali non conformi alle prescrizioni della presente legge, ovvero attrezzature, prodotti o componenti atti ad eludere misure di protezione tecnologiche è punito, purché il fatto non concorra con i reati di cui agli articoli 171, 171-bis, 171-ter, 171­quater, 171-quinquies, 171-septies e 171-octies, con la sanzione amministrativa pecuniaria di euro 154 e con le sanzioni accessorie della confisca del materiale e della pubblicazione del provvedimento su un giornale quotidiano a diffusione nazionale.
2. In caso di recidiva o di fatto grave per la quantità delle violazioni o delle copie acquistate o noleggiate, la sanzione amministrativa è aumentata sino ad euro 1032,00 ed il fatto è punito con la confisca degli strumenti e del materiale, con la pubblicazione del provvedimento su due o più giornali quotidiani a diffusione nazionale o su uno o più periodici specializzati nel settore dello spettacolo e, se si tratta di attività imprenditoriale, con la revoca della concessione o dell'autorizzazione di diffusione radiotelevisiva o dell'autorizzazione per l'esercizio dell'attività produttiva o commerciale.




Matteo Maso ha scritto:Se no qualsiasi contenuto audio/video via web sarebbe illegale

mai detto

Matteo Maso ha scritto:
visto che lo streaming per definizione è "un flusso di dati audio/video trasmessi da una sorgente a una o più destinazioni tramite una rete telematica"
mentre esiste la possibilità di ascoltare e/o guardare radio e tv via web legalmente!
(per es. i programmi rai in diretta o in differita, virgin radio, ma esistono un'infinità di radio e tv via web regolarmente registrate, oltre siti ufficiali dei cantanti con tanto di brani musicali e videoclip in streaming)
Esistono siti a pagamento o no e questo dipende principalmente dall'utilità che il sito medesimo ricava (sponsorizzazioni, visibilità, ecc.).

Ti sfido a trovare sul sito della RAI contenuti non-RAI.

Matteo Maso ha scritto:
Sul discorso "incauto acquisto" vale il seguente esempio:
- se io guardo una tv generalista senza pagare alcun canone (se non la tassa radiotelevisiva che per legge va pagata se si possiede un apparecchio in grado di captare un segnale tv) dò per scontato che l'editore del canale sia in regola con i diritti di diffusione audio/video. Non mi potrà essere contestato l'eventuale evasione dell'editore.
- se guardo una pay-tv ancor di più penso che pagando il servizio, esso sia fornito rispettando le leggi, a meno che non stia usufruendo di un servizio palesemente in contrasto con le leggi (programmi di violenza e simili).
- per lo stesso discorso se vado al cinema pagando il biglietto pago anche la quota SIAE che dovrà essere versata dal cinema, il quale penso che sia in regola
- se vado al cinema a vedere un film a "ingresso gratuito" non sto facendo un "incauto acquisto" (praticamente non mi fanno pagare!) perchè do per scontato che il gestore abbia determinati accordi di licenza, sponsor che coprino le spese, o lo faccia per promozione. Se no il Cinema Massimo di Torino (appendice del Museo del Cinema) dovrebbe chiudere!!!
- Allo stesso modo se ascolto o guardo in streaming dei programmi su siti che non hanno nessuna parvenza di essere illegali, ma anzi per come sono strutturati danno l'idea di essere ufficiali e in regola non mi si potrà contestare alcun "incauto acquisto".

Nell'esempio della discussione:
un film può essere visto gratuitamente in streaming perchè il sito da dove lo puoi vedere, se in regola, ha degli accordi di licenza tali per cui i suoi utili derivano non dagli utenti stessi ma da altri canali
(un es di interessi: per vedere un film in streaming non è sufficiente una connessione internet lenta, quindi i gestori di rete possono essere interessati a spingere la visione dei film in streaming al fine di incentivare l'acquisto di banda veloce...ecco che i call center incominciano a telefonare per proporti bande internet più veloci)

Sono tutti bei discorsi, ma la legge parla chiaro.

Matteo Maso ha scritto:

povero Puma siamo andati fuori discussione....ma qualcuno ha visto il film del Puma: un anno da leoni?


Il primo messaggio OT?
avatar
cheip

Numero di messaggi : 422
Data d'iscrizione : 22.02.11
Età : 30
Località : Chieri (TO)

http://newton.ph.unito.it/~capodica

Torna in alto Andare in basso

Re: colori caldi in palude ...

Messaggio Da Matteo Maso il Mar Ago 07, 2012 12:59 pm

gviarizzo ha scritto:
Matteo Maso ha scritto:
Ieri ho comprato un libro su amazon per euro 3,50. Il prezzo di copertina era 45 euro. Dite che avrò fatto un incauto acquisto e che è roba rubata?

lol!

Cavolo!! che libro è? magari mi interessa!!

Volti Polari - Uomini che hanno sfidato i ghiacci
di Huw Lewis-Jones, edito da De Agostini, pagine 288, Euro 45,50
avatar
Matteo Maso
Maestro
Maestro

Numero di messaggi : 2480
Data d'iscrizione : 24.11.08
Età : 43
Località : Chieri

http://www.myspace.com/matteo_maso

Torna in alto Andare in basso

Re: colori caldi in palude ...

Messaggio Da Filippo Marmo il Gio Ago 09, 2012 1:00 am


garzetta

piro piro
avatar
Filippo Marmo

Numero di messaggi : 279
Data d'iscrizione : 17.11.10
Età : 42
Località : chieri

http://www.flickr.com/photos/50069138@N04/

Torna in alto Andare in basso

Re: colori caldi in palude ...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum